Attivita’ 2019

giovedì 17  gennaio presso il Circolo della Stampa si è tenuta la conferenza di Paolo Parmegiani dal titolo “L’olivicoltura del nostro territorio dalle origini ai giorni nostri”.

mercoledì 6 febbraio presso la sala conferenze della Libreria Minerva si è svolta la conferenza di Sergio Dolce dal titolo “Il Timavo sopra e sotto il Carso” che ha illustrato le ultime recenti scoperte relative alle caratteristiche di questo fiume che non manca di riservarci sorprese. Con la proiezione di immagini molto interessanti ed inedite.

 

 

 

 

-giovedì 21 febbraio presso la sede della Lega Navale  I Commedianti di Ugo Amodeo hanno presentato, per la regia di Luciano Volpi, l’ atto unico “Robe che nassi de le nostre parti…e no solo”.

 

 

 

 

 

1 marzo venerdì presso la sede del Circolo della Stampa  la prof. Irene Visintini  ha presentato il nuovo libro del dott. Umberto Zuballi, già presidente del TAR Regionale, dal titolo “Trieste oltre”, trattazione storica su Trieste dal primo dopoguerra ai giorni nostri, con analisi delle prospettive future della nostra città.

 

 

 

 

-8 marzo venerdì in collaborazione con l’ Università della Terza Età è stato presentato lo spettacolo di Bruno Jurcev “Quando che a Trieste xe rivà i americani” che racconta, con bonaria ironia, le cose successe a Trieste da ’45 al ’54 con tanta musica ed immagini del tempo. hanno recitato Laura Salvador e Luciano Volpi, ha cantato Fiorella Corradini Jurcev accompagnata al piano da Bruno Jurcev.

 

-20 marzo mercoledì presso la sala conferenze della Biblioteca Statale di largo Papa Giovanni la dott.ssa Paola Del Negro direttrice generale dell’ Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, ha parlato su “Specie marine aliene nel Golfo di Trieste”.

 

-25 marzo lunedì presso la sala Bobi Bazlen di palazzo Gopcevich, nell’ ambito dei “Lunedì dello Schmidl”, è stato presentato lo spettacolo “Trieste Belle Epoque” , viaggio nella Trieste di altri tempi con una carrellata di canzoni triestine composte fra la fine dell’ 800 ed i primi decenni del ‘900, riproposte da parte di due appassionati ricercatori e cultori del genere : Paolo Venier (canto) e Bruno Jurcev (pianoforte).

-3 aprile mercoledì  presso l’ Auditorium del Museo Revoltella è stata presentata la XXIII edizione della  rassegna di canti popolari triestini dal titolo   “ A Trieste se cantava cussì…e ogi?”  Hanno partecipatno:   il coro del Circolo Rena-Citavecia  “….E noi cantemo” diretto da Pier Paolo Sancin, l’ Ensemble Vocale Femminile “Il Focolare” diretto da Gianpaolo Sion, il coro “Silvulae Cantores”  diretto da Giuseppe Botta ed il coro “Nino Baldi” dell’ Associazione Nazionale Alpini  diretto da Bruno de Caro. Hanno presentano Maria Teresa Celani e Giorgio Fortuna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-10 aprile mercoledì presso la sala conferenze della Biblioteca Statale di largo Papa Giovanni si è tenuta la presentazione del libro  “Domenico Lovisato-Patria, Scienza, Famiglia”, scritto da Giorgio Dudine, organizzata in collaborazione fra il Circolo  e la Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” di Isola d’Istria.

-15 aprile lunedì   I Commedianti di Ugo Amodeo, con la regia di Luciano Volpi, hanno presentato agli ospiti dell’ ITIS  l’ atto unico  “Robe che nasi de le nostre parti…e no solo”

-24 aprile mercoledì  in collaborazione con il Circolo della Stampa, presso la loro sede di Corso Italia 13, si è svolta la conferenza storico-scientifica in idioma triestino di  Mauro Messerotti dal titolo “ Ma Astronomia xe più che Astrologia?”

15 maggio mercoledì in collaborazione con l’ Associazione Culturale Friedrich Schiller e l’ Associazione 13 Casade,  presso la sala Beethoven di via del Coroneo 15, si è tenuto lo spettacolo in prosa, poesia e musica condotto da Edda Vidiz dal titolo “Val più ‘l pan suto in casa propria che ‘l rosto in casa de altri”.

18 maggio sabato c’è stata la visita guidata  al Museo della Cantieristica ed ai Cantieri Navali di Monfalcone.

-20 maggio lunedì  presso la sala conferenze della Bibloteca Statale,  Roberto Carollo e  Bruno Pizzamei  hanno tenuto la conferenza dal titolo “La portualità di Trieste e la ferrovia” con proiezione di  inedite immagini d’ epoca e recenti.

 

12 maggio mercoledì   in collaborazione con la Lega Navale , presso la loro sede di molo Fratelli Bandiera 8, si è svolta la conferenza con proiezioni  di Sergio de Luyk dal titolo “Trieste: le origini adriatiche delle leggendarie Love Boats”:  storia ed attualità delle navi da crociera che hanno caratterizzato e caratterizzano le costruzioni navali dei cantieri della nostra zona.

 

7 giugno venerdì  in collaborazione con il Circolo della Stampa presso la loro sede, hanno tenuto una conferenza Livia Zanmarchi e Mauro Messerotti dal titolo “La dona: che la
piasa, che la tasa, che la staga a casa”. Brillante e divertente conversazione, parzialmente in triestino, arricchita da musiche e proiezioni, dedicata alla donna triestina del passato e del
presente.

-10 giugno lunedì si è svolta la Cena Sociale del nostro Circolo presso il ristorante della Società  Velica Barcola Grignano  Secondo tradizione finale della serata con musica e canti.

 

-22 giugno sabato si è tenuta la seconda visita guidata al Museo della Cantieristica ed ai Cantieri Navali di Monfalcone.

-12 settembre giovedì  in collaborazione con l’ Associazione Tredici Casade, presso il Caffè letterario “Lettera Viva” di viale XX settembre 31/B è stato presentato il nuovo libro di Edda Vidiz dal titolo “Trieste 1719: quando gli Asburgo scoprirono il mare”.

– lunedì 7 ottobre a presso la Biblioteca Statale  i Commedianti di Ugo Amodeo hanno presentato, per la regia di Luciano Volpi, la commedia “ Quando che i Cici va per mar xe sempre qualchidun che li speta” di Patrizia Sorrentino.

– mercoledì 9 ottobre  presso la Casa della Musica  Bruno e Fiorella Jurcev con Ruggero Torzullo hanno presentato “De Trieste fin a Zara” itinerario musicale semiserio lungo l’Adriatico fra versi e melodie.

– giovedì 10 ottobre alle ore 17.30 presso la Biblioteca Statale si è svolta la conferenza di Enrico Mazzoli dal titolo “La tua vita i mari del mondo, la tua casa il firmamento” sul triestino Bernard von Wullersdorf-Urbair navigatore e scienziato che fu il comandante della nave Novara nel suo viaggio scientifico intorno al mondo.

 

 

 

 

 

mercoledì 23 ottobre  presso il Circolo della Stampa Irene Visintini ha tenuto la conferenza con immagini dal titolo “Dalle testimonianze sull’Africa alla lirica: le molteplici attività culturali di Isabella Flego”. Era presente l’autrice Isabella Flego che ha presentato il suo libro e la sua esperienza in Africa.

 

– venerdì 8 novembre nella sala Bazlen di Palazzo Gopcevic si è svolta la conferenza stampa nella quale sono state presentate le Giornate di cultura giuliana:

https://www.comune.trieste.it/-/presentate-alla-sala-bazlen-di-palazzo-gopcevic-le-nuove-giornate-di-cultura-giuliana-che-si-apriranno-nella-stessa-sede-martedi-12-novembre-con-un-incontro-sul-porto-di-trieste

https://www.triesteprima.it/cronaca/giornate-di-cultura-giuliana.html

http://www.triestecafe.it/giornate-di-cultura-guliana-12-19-novembre-2019/

 

– martedì 12 novembre alla Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich si è tenuta la conferenza “Lo sviluppo del Porto di Trieste dall’apertura del Canale di Suez al Sistema Portuale odierno” con Pierluigi Sabatti e Zeno D’Agostino

 

 

– mercoledì 13 novembre alla Sala Bazlen si è svolta la conferenza “Trieste, la scienza, la società e la responsabilità sociale” con il dott.Sergio Paoletti

 

 

 

– giovedì 14 novembre all’Auditorium Sofianopulo Museo Revoltella si è svolto lo spettacolo “De Trieste fin a Zara” con Bruno e Fiorella Jurcev con il Coro “….e noi cantemo”

 

 

– giovedì 14 novembre a Ronchi dei Legionari -nell’Auditorium Comunalesi è stato presentato lo spettacolo “Sceme da operetta Ma dov’è l’ Armando” a cura dell’Associazione Internazionale dell’ Operetta.

 

– domenica 17 novembre il FAI Giovani Trieste ha condotto la visita guidata al Lapidario Triestino del Castello di San Giusto (bastione Lalio) “Le origini di Trieste”

– lunedì 18 novembre presso il Ricreatorio Toti il Circolo Cinematografico Triestino ha proiettato una serie di filmati dal titolo “Da Trieste a Gorizia, al Carso ed all’Istria”